Petrella Salto

Quattro passi a Petrella Salto

Petrella Salto è un Comune in provincia di Rieti; è percorso per quasi tutta la sua superficie dal fiume Salto le cui rive bagnano la parte destra del paese mentre la parte opposta è adagiata ai piedi delle cime della catena del Monte Velino.

Dove

Si presenta dunque come un territorio piuttosto vario Petrella, molteplici in questo senso gli itinerari naturalistici che si possono seguire per imparare a conoscere questo territorio.

Il comune si compone di più frazioni : Borgo San Pietro, Capradosso, Castel Mareri, Cerreta, Colle della Sponga,Colle Rosso, Diga Salto, Fiumata, Offeio, Oiano, Pagliara, Piagge, San Martino, Staffoli e Teglieto, per una superfice complessiva di poco più di 102 kmq ed una popolazione di circa 1300 abitanti.

Petrella alle sue spalle ha una storia piuttosto lunga ed articolata; di sicuro in epoca classica questo territorio ha ospitato insediamenti importanti, come per esempio fu Cliternia, centro romano del quale restano numerosi reperti archeologici.

La particolarità di Cliternia sta nel mistero della sua storia, di questo insediamento infatti si perde completamente traccia in qualsiasi documento, incluse le citazioni nei testi classici, a partire dal VI secolo, tanto che si ipotizza che qualche evento naturale come un sisma lo abbia improvvisamente completamente distrutto.

Durante il periodo Alto medievale la popolazione dell'attuale Petrella Salto si ripartì in curtes e, direttamente sotto il controllo e la protezione dei monaci benedettini, da questi trassero importanti rudimenti in campo agricolo e su progetto degli stessi parteciparono alla realizzazione di molti edifici religiosi attualmente ancora visibili, come S. Maria e San Mauro in Capradosso, Santa Maria della Macchia,S. Angelo di Staffoli e molti altri.

Il centro abitato vero e proprio invece sorse intorno all'XI secolo quando a seguito delle invasioni dei Saracenni e dei Normanni, principalmente a scopo difensivo si scelsero tipologie costruttive ritenute più sicure; a questo periodo risalgono la realizzazione dei primi castelli come quello di Petrella, Staffoli, Capradosso e Mareri e le villae come ad Offeio e San Martino; di li a poco il territorio di Petrella fu concesso come feudo alle famiglie destinate a diventare le più importanti e potenti per questo territorio.

Fra la modernità e l'Unità di Italia le vicende che hanno animato questo territorio sono state molte e complesse, dominate dalla storia e dall'evoluzione di importanti famiglie dell'epoca che fra mito e storia lasciano la loro impronta profonda su questo territorio.