Visitare Petrella Tifernina

Le Manifestazioni Tradizionali

Passeggiando per le strade del centro originario di Petrella Tifernina, si riconoscono le strutture tipiche di un centro medievale che nel rincorrersi di stradine e vicoli, mostra la passione e la sapienza nella lavorazione della pietra.

Dove

Lavorazioni piene di cura e dettaglio regalano luce ed armonia a finestre, balconi e portoni, intarsi nei quali ci s'imbatte quasi per caso.

Un paese che racconta a coloro che lo visitano la storia della propria devozione cristiana attraverso i tanti edifici di culto, chiese, cappelle alcune delle quali purtroppo andate distrutte come l'antica Santa Maria delle Tegole spazzata via dal terremoto del 1456, ma altre sono ancora visitabili nella loro elegante e austera sacralità.

Impossibile non parlare della Chiesa dedicata al Santo Patrono di Petrella Tifernina, la chiesa di san Giorgio Martire.

Ufficialmente dichiarata monumento Nazionale nel 1901 questa Chiesa riunisce di fatto tre complessi architettonici di grande pregio afferenti a periodi storici diversi; in poche parole convivono nel medesimo edificio un tempio bizantino, un tempio longobardo ed un tempio romanico.

Il tempio Romanico di San Giorgio Martire rappresenta una testimonianza di pregio unico nell'intera Regione; una costruzione che ebbe inizio nel XII secolo e venne terminata solo nel XIII secolo.

Il Tempio Bizantino ha una struttura assolutamente particolare, una costruzione che prevede due ambienti entrambi di piccole dimensioni probabilmente un tempo comunicanti attraverso una piccola scala interna.

Del Tempio Longobardo è purtroppo rimasta solo qualche traccia, ubicato nel cortile interno della Chiesa è visibile solo il lato meridioanle della costruzione, abbattuta per il resto nel corso del'600.